Seleziona una pagina

Come capire se una mozzarella di bufala è buona?

La mozzarella di bufala originale è una delizia per il palato. Una bella mozzarella mangiata fresca, magari accompagnata da un’insalata di pomodori, è uno dei pasti più soddisfacenti del periodo estivo. Ma occorre fare attenzione perché in commercio si trovano molti prodotti che non sono conformi. Le imitazioni della mozzarella di bufala originale sono molte e occorre fare attenzione per non essere imbrogliati. In commercio si trovano spesso scadenti imitazioni fatte con latte vaccino. La domanda allora è come riconoscere quella vera tra tutte le imitazioni.

Le cinque caratteristiche della vera mozzarella di bufala originale

Non è difficile riconoscere la mozzarella di bufala originale, le sue caratteristiche sono chiare ed evidenti. Vediamo insieme quali sono:

  • La mozzarella di bufala è bianca. A differenza di quella fatta con latte vaccino, il suo colore non vira verso il giallo ma è perlaceo
  • Ha una superficie liscia e lucida mentre al suo interno è porosa ed è formata da strati sovrapposti.
  • Tagliandola fuoriesce una grande quantità di liquido lattiginoso
  • Il suo profumo è quello del buon latte e ha la fragranza delle erbe fresche di cui si alimentano le bufale.
  • La sua consistenza è callosa sotto i denti. Più è fresca e più è croccante mentre col passare dei giorni diventa morbida.

Se manca una di queste caratteristiche vuol dire che il prodotto è stato realizzato con latte diverso da quello di bufala.

Marchio DOP. Un riconoscimento per la mozzarella di bufala originale

Ma come fare a riconoscere la vera bufala prima dell’acquisto? Un elemento che viene in nostro aiuto è il marchio europeo DOP. Tale marchio infatti identifica la vera mozzarella di bufala campana. Deve essere apposto sul confezionamento ed essere facilmente visibile.

La mozzarella deve essere confezionata nel caseificio di produzione sia che venga venduta direttamente al cliente sia che si confezioni per la spedizione. Deve essere messa in una busta di plastica alimentare che abbia il bollino del consorzio della mozzarella di bufala campana e deve essere totalmente immersa nel suo liquido. La busta deve essere sigillata in modo che sia garantito il suo contenuto e non possa venire sostituito.

Se la confezione rispetta tutte le suddette caratteristiche si può essere certi di acquistare la vera mozzarella di bufala campana.

Il caseificio di Santo produce dal 2011 la mozzarella di bufala campana utilizzando il latte munto dalle bufale del proprio allevamento. Animali allevati liberi nei paddock e nutriti con i prodotti naturali dell’azienda agricola.